Vanità meditation

Chi l’ha detto che l’unica soluzione per rilassarsi è abbandonarsi a un dolce far niente, sprofondati nell’abbraccio del proprio divano?

Al rientro dalle vacanze, che per molti sono sinonimo di feste sulla spiaggia o viaggi avventurosi, l’ideale è recuperare una dimensione di tranquillità ed equilibrio psicofisico in cui ricaricare le energie per il prossimo autunno. Niente di meglio dello yoga per contribuire a creare una connessione tra corpo, mente e spirito.

E proprio sul divano di casa potrete approfittare di una pausa per dedicarvi al vostro benessere con una serie di esercizi semplici, distensivi e al tempo stesso riequilibranti e tonificanti.

Ci sono infatti posizioni che si possono assumere stando tranquilli sul proprio divano, permettendo di praticare lo yoga anche ai più pigri, che possono così beneficiare di alcune asana (o posture) stando seduti o sdraiati, magari con un sottofondo musicale che concilia il rilassamento.

Per esempio, una posizione da assumere per favorire il rilassamento del corpo e della mente è quella della “dea” sdraiata. In posizione supina (a pancia in su), si dovrà fare in modo che le piante dei piedi vadano a combaciare l’una contro l’altra (le gambe saranno piegate, con le ginocchia rivolte all’esterno). Le braccia possono stare distese lungo i fianchi, allargate oppure allungate verso la testa. Questa posizione va mantenuta per qualche minuto respirando in modo regolare e lento.

pupette3

.

Una posizione molto ristoratrice è quella “del bambino”, in cui ci s’inginocchia sul divano facendo in modo che gli alluci dei piedi si tocchino, mantenendo le ginocchia allargate più o meno come la larghezza dei propri fianchi. Ci si sdraia sulle cosce e si resta in posizione per qualche tempo.

pupette1

Altra posizione utile ed efficace è quella del “neonato felice”.
Questa postura calma mentalmente, ma è fisicamente stimolante: ci si sdraia sulla schiena con i piedi in aria, poi si afferrano i piedi con le mani. Si aprono le ginocchia in modo che siano un po’ più larghe rispetto al busto, poi con le mani si attirano i piedi verso il busto, imitando appunto un neonato sdraiato sulla schiena che si prende i piedi.

pupette2

Nell’assumere tutte le posizioni è fondamentale mantenere una respirazione corretta, lenta e regolare. La fretta è cattiva consigliera del relax!