20130709-145521.jpg È forse il momento migliore per ristrutturare i propri immobili, renderli più moderni e amici dell’ambiente. L’opportunità risponde al nome di ecoincentivi e si presenta sotto forma di sgravi fiscali e bonus in favore di quanti sono impegnati in lavori di ristrutturazione, manutenzione e rinnovo delle proprie abitazioni.

È il momento di investire in arredamento, ad esempio, per coloro i quali ristruttureranno le proprie abitazioni entro la fine del 2013, potendo usufruire di una detrazione del 50% sull’acquisto di mobili. Per la precisione i lavori di ristrutturazione aprono la strada a sgravi Irpef su “ulteriori spese documentate” relative all’acquisto di “mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione” fino a un massimo di imponibile fissato a 10mila euro per un totale di 5mila euro di bonus.

Non solo divani, pareti attrezzate e librerie: anche l’arredo cucina, comprese sedie e tavoli, rientra tra gli acquisti scontabili del 50% con il bonus mobile.

Ulteriori ecobonus insistono rigurdano invece acquisti di elettrodomestici, infissi, servizi per l’isolamento termo-acustico, e le caldaie, come spiegato in questo articolo del Sole 24 Ore.